Segnalazioni bando EstateINPSieme, posizioni divergenti

Segnalazioni bando EstateINPSieme, posizioni divergenti

Il nostro post inerente le denunce su alcune incongruenze che si sarebbero registrate nella gestione del bando EstateINPSieme ha generato prese di posizione divergenti.

Se da un lato ci sono genitori che hanno sottolineato l’importanza del segnalare eventuali irregolarità con l’unico obiettivo di apportare migliorie in futuro, dall’altro c’è chi ha fortemente criticato questo modus operandi.

“Anch’io ho un figlio che sta partecipando ad una vacanza INPSieme – ci scrive il signor Vincenzo. Credo che questi genitori che si lamentano veramente non stiano bene e non aiutino i propri figli a crescere serenamente. Mi domando cosa vogliono ancora oltre ad aver avuto una vacanza per i propri figli praticamente a costo zero. Proprio vero che viviamo nel paese della “lagna” e del continuo piangersi addosso; non si è mai contenti di quello che si riceve. Andate a lamentarvi con quelli che non si possono permettere questi lussi e ditemi poi cosa vi rispondono”.

Ho presentato un ricorso in data 2 maggio 2016 – ci racconta invece la signora Giovanna – e ad oggi non ho ricevuto alcuna risposta. Ho invitato una mail all’ Inps per dei chiarimenti. Nessuna risposta. Esiste un termine per rispondere a un ricorso; in caso contrario, come per ogni ricorso, si considera “silenzio assenso”. Quest’ anno è stata vergognosa tutta la prassi. Questo capitava per il mio primogenito. Per il secondo altra storiaccia. Mio figlio parte per due settimane per un soggiorno a Matera e dopo una settimana sono stata costretta a farlo tornare per atti di bullismo. Il ragazzo 14enne è stato espulso ma il mio piccolo era ormai terrorizzato e chiedeva di tornare. Ho dovuto Lottare con l’agenzia organizzatrice del viaggio affinché espellessero il ragazzo. Ho girato più mail all’ Inps dove spiegavo l ‘accaduto e nessuno si è degnato di rispondere. Io e mio marito non ci fermeremo qui”.

E voi cosa ne pensate ? Segnalare o non segnalare?

COMMENTI

WORDPRESS: 1
  • comment-avatar
    Ginger 2 anni fa

    Solo una domanda … non sarebbe stato più semplice e sensato che INPS, prima di occuparsi di questo genere di iniziative, pur lodevoli, mettesse mano ad una minimamente seria riforma pensionistica visto e considerato che un giorno sì e quello dopo pure si parla di come non ci siano coperture per garantire la sussistenza minima a coloro che hanno oggi fra i 30 e i 40 anni, visto che i pensionati con la minima – la maggior parte dei contribuenti – sono OGGI ridotti alla fame, soprattutto nelle grandi città (“alla canna del gas” dicono a Milano) e visto che esiste una fascia di disoccupati (causa chiusura aziende + riforma Fornero + varie ed eventuali) cinquantenni che non avranno uno straccio di pensione per i prossimi quindici anni, non riescono a riconvertirsi e dunque a ricominciare a lavorare e sono alla disperazione insieme alle loro famiglie, spesso monoreddito? Era proprio necessario questo bando “Estate INPSieme” con relative polemiche e azioni legali a seguire che già si palesano all’orizzonte? Ma sì, tanto sono soldi nostri, come i 500 euro regalati dal governo Renzi agli insegnanti per comprarsi i table e i cellulari e per andare al cinema a a teatro … Davvero io non comprendo più.

  • DISQUS:

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi