Monteluco, quel che resta dell’ex Colonia Inpdap

Monteluco, quel che resta dell’ex Colonia Inpdap

Ricordi su ricordi. E’ quello che rimane di molte delle strutture che sono state simbolo di un tempo che non tornerà più.

Stiamo parlando delle ex colonie Inps un tempo pronte ad accogliere bambini e ragazzi ed oggi invece in balia degli eventi e dei vandali. Alla stregua di Villa faro a Messina, dell’ex colonia IPOST e dell’albergo Abetina a Prunetta o di Villa Marina a Pesaro, per citarne alcune, oggi anche l’ex colonia Monteluco a Spoleto versa in condizioni pessime.

Porte e finestre divelte, una discarica a cielo aperto, sedie, tavoli e panchine distrutti, questo lo spettacolo che oggi si presenta. Non più gli spettacoli e le serate divertenti nell’ampio salone o i giochi all’aperto nel parco o la mensa che pullulava di ragazzi. Quella struttura che sprizzava da tutti i pori vita, gioia, divertimento e poi ti lasciava la nostalgia nel cuore quando era il momento di andare via, purtroppo non esiste più.

Rimane solo il vivido ricordo in chi l’ha vissuta e amata e non la dimenticherà mai. Chissà, invece, quanti ricordi avrebbe ancora potuto lasciare in tanti altri ragazzi, chissà quante storie avrebbe potuto ancora custodire.

E invece giace lì inerme nel calderone del patrimonio INPS inattivo e improduttivo. Un altro ennesimo spreco, una struttura dismessa e abbandonata e il cui destino, accomunato a quello delle altre, sembra essere già segnato.

E pensare che queste strutture, in passato, hanno creato opportunità non solo per i ragazzi che le frequentavano ma anche per i tanti operatori che in esse hanno vissuto le prime esperienze lavorative.

“Che tristezza la nostra bellissima colonia ridotta così – commenta Chiara. Resterà sempre nel mio cuore, piena di schiamazzi e risa di centinaia di bambini, fino a tarda sera. I tre piani di camerate tutti occupati negli anni migliori, la mensa vociante, l’ora delle telefonate con i centralini che suonano all’impazzata, le attività per tutto il giorno, le serate nel salone, e poi il momento della messa a nanna, le ronde nei corridoi infiniti. Tutto di quel posto e di quel periodo intenso e ricco di calde emozioni mi mancherà sempre, ma sono felice di esserci stata anche io. Monteluco di Spoleto, eri bellissima”.

Di seguito alcune immagini di come si presenta oggi Monteluco 

Posti più vecchi

COMMENTI

WORDPRESS: 14
  • comment-avatar
    Chiara 3 anni fa

    Grazie per aver dato spazio alle emozioni di tante persone

    • comment-avatar
      Emanuele 1 anno fa

      Riordinando dei documenti e degli scritti della mia cara mamma, che è stata un’insegnante e che ora è in cielo, solo oggi ho scoperto Monteluco e la sua colonia, da lei descritta come un luogo splendido e pieno di vita. Ho letto dei giochi e delle passeggiate al “prato”, alla “croce” e al “calvario”.
      La mia mamma, di nome Veronica, era sarda e ha lavorato in colonia nell’estate del 1970 come vigilatrice.
      Ho letto del direttore Angelini, della direttrice Giuliana e di altre persone, conosciute tra Spoleto e Perugia, che hanno allietato quella sua estate in Umbria; le ringrazio tutte, anche quelle che magari non ci sono più, per aver riempito il cuore di mia mamma.

  • comment-avatar
    samuele 2 anni fa

    meravigliosi ricordi ed incancellabili,il miglior posto che la mia infanzia possa ricordare.
    Samuele Marini.
    P.S. non dimentichero’ mai le “signorine” come le chiamavamo noi,ragazze MERAVIGLIOSE!

  • comment-avatar
    TOMMASO PAPPAGALLO 2 anni fa

    Fantastico ricordi, indelebili, le.divise le canzoni le escursioni . Un colpo al cuore vederla così anche se nei primi anni 2000 mi risulta che ancora ospitava bambini come me nel 76 77 78

    • comment-avatar
      Massimo 2 anni fa

      Anche io ho frequentato la mitica colonia dal 76 all’82, mi sono divertito tantissimo. Peccato vederla in balia di se stessa. Forse un giorno andrò a visitarla

  • comment-avatar
    Massimo Pugliese 2 anni fa

    Buongiorno, c’è qualche uomo di buona volontà che mi sappia dare notizie sull’edificio per quanto riguarda eventuali lavori di restauro attuali o prossimi (parlo dell’ec colonia)? Io sono interessato ai serramenti che immagino debbano essere sostituiti tutti, ma non so a che punto sia la situazione. L’uomo gentile e di buona volontà può inviarmi una mail a maxim.pugliese@libero.it.
    Un infinito ringraziamento

  • comment-avatar
    Daniela 1 anno fa

    Anchio ci sono stata che bei ricordi buon cibo soprattutto la pizza merenda e il pranzo di ferragosto

  • comment-avatar
    Gerardo Musto 1 anno fa

    Che bel ricordo. Io vi sono stato nell’anno 1974. Provenivo dall’ENPAS di Foggia. Alcuni miei compagni venivano da Cerignola, Foggia, ecc. Ricordo che su tutta la biancheria andavano cucite le iniziali. Chi ha dei ricordi da condividere? Sarei felicissimo di farlo. Il mio cell. è 3388655266. Sono Gerardo Musto. Email: ing.gerardomusto@virgilio.it

  • comment-avatar
    Elisa 10 mesi fa

    Ciao! Scrivo perché ho in mente un progetto da realizzare per quanto riguarda la Colonia di Monteluco.
    Sto contattando i vari ragazzi/e che hanno frequentato la Colonia, per raccogliere le testimonianze, ricordi e racconti di un luogo ormai andato in malora, per poi crearci un documentario o un cortometraggio che mantenga la memoria e, perché no, invogliare le istituzioni ad intervenire.
    Se qualuno fosse disponibile a raccontare la propria esperienza ne sarei molto grata.
    Di seguito lascio il mio indirizzo email: e.capocci991@alice.it

  • comment-avatar
    franco ruda 8 mesi fa

    bellissimi ricordi, per 4 anni ho trascorso le vacanze li in colonia, ricordate il cane san Bernardo fuori all’ingresso principale?

  • comment-avatar
    Monica 5 mesi fa

    Ho passato li 2 estati in colonia… ricordi che resteranno Indelebili nella mia mente. Spesso i miei genitori  ci ritornano a passare le vacanze e , dopo tanti anni, ci ritornerò anke io con i miei bimbi, così potrò, forse, far rivivere anche a loro in po di quella magia!!!

  • comment-avatar
    Maurizio 4 mesi fa

    Bellissimi ricordi estatte 88 e 89 parchi bellissimi, la città della domenica, le cascate delle marmore e i giochi all’aperto la cacvia al tesoro, mi piange il cuore vederla ridotta così il tempo passa le cose cambiano peccato

  • comment-avatar
    Rosa 3 mesi fa

    Fino al 2003 era in funzione perché ci ho lavorato come assistente, anche se i cameroni, a mio parere, essendo stata anch’io bambina in colonia, erano ormai anacronistici…

  • DISQUS:

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi