EstateINPSieme, falsificazione dei voti?

EstateINPSieme, falsificazione dei voti?

Non c’è pace tra gli ulivi. La scelta dell’Istituto previdenziale di modificare le modalità di attuazione del bando EstateINPsieme ha ingenerato scontenti su più fronti.

È quanto si evince dai numerosi commenti che affollano la pagina facebook istituzionale dell’INPS. Il bando riformulato, secondo l’Ente previdenziale, per migliorare le aspettative dell’utente finale, in realtà sembra essersi rivelato un clamoroso flop.

A cominciare dalla gestione pratica relativa all’invio e produzione della documentazione. Tanta la confusione tra gli utenti che per la prima volta si sono trovati a dover gestire anche l’organizzazione dei soggiorni. Poco chiare, per molti di loro, le modalità di trasmissione della domanda per non parlare, per i vincitori, del caos relativo all’invio delle fatture. Intasate le linee telefoniche dei tour operator che hanno dovuto fare i conti anche con le miriadi di domande a cui gli utenti, pare, non siano riusciti a trovare risposta presso l’Ente previdenziale.

A questo si aggiungano alcune accuse “pesanti” relative al criterio di assegnazione dei contributi. Segnalazioni e ricorsi all’Ente di previdenza sono stati inviati da diversi partecipanti relativamente, anche, a possibili vincitori che pare non siano del tutto in regola con quanto previsto dal bando.

Tra le segnalazioni, quella di un genitore che sostiene di essere sicuro che si sono verificate alcune scorrettezze. Nello specifico la falsificazione dei voti.

Per non parlare di chi ha ancora l’amaro in bocca per aver perso un’occasione, a detta loro, a causa di intoppi nel sistema di trasmissione. Insomma a conti fatti sembra proprio che la scelta dell’INPS di limitarsi a erogare il contributo nonché l’introduzione di determinati criteri di assegnazione come la votazione scolastica abbia ingenerato un grande malcontento.

Soprattutto se si pensa a quanti annualmente contribuiscono, obbligatoriamente, al Fondo Credito che sostiene queste iniziative e, ad oggi, non sono mai riusciti a usufruirne!!!

COMMENTI

WORDPRESS: 5
  • comment-avatar
    Giuseppe 3 anni fa

    Finalmente L’INPS ha premiato il merito, portando avanti i ragazzi più meritevoli. Deve però rendere più semplice la presentazione delle domande da parte delle famiglie che risulta farraginosa e dare qualche spiegazione in più, magari online con un modello precompilato. Sarà compito dell’ente fare i dovuti controlli sulle dichiarazioni presentate ed agire secondo le modalità di legge.

  • comment-avatar
    roberta 3 anni fa

    Immettere i dati nella procedura richiedeva circa una decina di minuti. Questo nel caso in cui uno aveva raccolto tutta la documentazione necessaria (tre documenti) e li aveva davanti. Un dato è certo, l’informatizzazione della Pubblica amministrazione è ancora all’anno zero, l’età media dei dipendenti è troppo alta, il computer è ancora visto come il nemico da troppe persone

  • comment-avatar
    fabiola 3 anni fa

    Credo che i criteri con priorità ai voti siano giusti. Un po’ di caos era fisiologico essendo il primo anno che la pratica veniva gestita dai genitori e dalle agenzie. Per chi non ha dimestichezza con i sistemi informatici capisco le difficoltà, ma ad oggi credo siano in pochi visto l’ uso di tanta tecnologia!! Per i contatti con le agenzie credo si sarebbero dovuto scegliere quelle con maggiore esperienza negli anni passati. Personalmente dico che mettono piu’ in ansia tutte le discussioni su fb che il vero e proprio impegno a seguire la procedura; forse sono stata fortunata con la scelta dell’agenzia. Se poi ci fossero illeciti o falsificazioni e’ altro discorso.

  • comment-avatar
    faby 3 anni fa

    Credo che i criteri con priorità ai voti siano giusti. Un po’ di caos era fisiologico essendo il primo anno che la pratica veniva gestita dai genitori e dalle agenzie. Per chi non ha dimestichezza con i sistemi informatici capisco le difficoltà, ma ad oggi credo siano in pochi visto l’ uso di tanta tecnologia!! Per i contatti con le agenzie credo si sarebbero dovuto scegliere quelle con maggiore esperienza negli anni passati. Personalmente dico che mettono piu’ in ansia tutte le discussioni su fb che il vero e proprio impegno a seguire la procedura; forse sono stata fortunata con la scelta dell’agenzia. Se poi ci fossero illeciti o falsificazioni e’ altro discorso.

  • comment-avatar
    Franca 3 anni fa

    Putte le polemiche sollevate sia per ciò che riguarda i criteri adottati da INPS (priorità al merito ed in subordine al reddito, determinato dall’ISEE) sia per la procedura (scelta in autonomia dei tour operator) non fanno che evidenziare come gli italiani stiano scivolando verso uno stato larvale, in un’apatia che porta a scegliere l’assistenzialismo anziché il merito, a delegare ad altri le nostre scelte di vita, non importa quali esse siano, l’importante è che diano un po’ di sollazzo e non creino fastidi.

  • DISQUS:

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

    Chiudi