Bando ristorazione convitti INPS, connubio imperfetto fra economia e qualità

Bando ristorazione convitti INPS, connubio imperfetto fra economia e qualità

Garantire un servizio di ristorazione collettiva, mediante una gara d’appalto al ribasso, che prevede una base d’asta per una giornata alimentare (colazione, merenda mattutina, pranzo, merenda pomeridiana, cena) pari a euro 19,19 e con un elenco di voci di spesa chilometrico a carico della ditta appaltatrice, lascia non poco perplessi.

Com’ è possibile per una ditta sostenere con la suddetta somma le voci di spesa previste dal capitolato e allo stesso tempo garantire un elevato standard dei sevizi offerti?

Da un’analisi inerente il servizio di ristorazione collettiva in generale è emerso che le principali criticità sono proprio legate a gare al massimo ribasso, a richieste sempre più elevate di qualità (biologico, igp, dop, filiera corta, materiali riciclabili, classi energetiche, ecc) a fronte di costi sempre più ridotti, incoerenze e richieste irrealizzabili inserite nei capitolati, bandi fatti col sistema del copia e incolla e alti investimenti in opere edili richiesti alle imprese di ristorazione.

Spulciando il capitolato tecnico per l’affidamento del servizio di ristorazione per i convitti INPS salta subito agli occhi una sfilza di adempimenti che l’azienda appaltatrice deve sostenere anche economicamente.

A carico dell’azienda aggiudicataria sono, infatti, oltre le spese di fornitura degli alimenti (conformi alle norme CE, preferibilmente IGP, DOP, di stagione e che tengano in considerazione anche le diverse tipologie di utenti), le spese di gestione quali consumo gas metano, lavaggio ed eventuale fornitura di stoviglie, pulizia e sanificazione dei locali, fornitura prodotti per la pulizia, derattizzazione e disinfestazione, ordinaria e straordinaria manutenzione, le spese per la realizzazione di un piano di comunicazione e del successivo materiale informativo e le spese relative al personale dipendente.

Se l’obiettivo è garantire un servizio di qualità, alla luce di quanto sopra, considerando la cifra prevista a base d’asta e soggetta a ribasso e gli adempimenti previsti dal capitolato, siamo sicuri che tale obiettivo potrà essere raggiunto?

COMMENTI

WORDPRESS: 0
DISQUS:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi